Un nuovo collegamento merci da Calais a Torino Orbassano per il trasporto intermodale di semirimorchi non accompagnati è stato lanciato a Calais lo scorso 6 novembre.

La speranza è che esso porterà al trasferimento di 31.000 camion dalla strada alla ferrovia, risparmiando circa 1,2 tonnellate di CO2 per rimorchio per viaggio.

Alla presentazione del nuovo servizio hanno partecipato Elisabeth Borne, ministro di Stato per i trasporti, Natacha Bouchart, sindaco di Calais, Jean-Marc Puissesseau, presidente e direttore generale del porto di Boulogne-Calais, Guillaume Pepy, presidente delle ferrovie francesi (SNCF) e Thierry Le Guilloux, presidente di Viia, la filiale SNCF responsabile dello sviluppo dei servizi camion su rotaia.

Il servizio è destinato al traffico da e verso la Gran Bretagna e inizialmente opererà tre volte alla settimana in ciascuna direzione, con un tempo di transito di 18 ore per un viaggio di 1.150 km. A regime, si spera di fornire due viaggi di andata e ritorno al giorno. Il servizio è gestito congiuntamente da SNCF e Mercitalia, la società di trasporto merci di Ferrovie dello Stato Italiane.

Questo è il quarto servizio "piggyback" che verrà introdotto da Viia. Il primo è stato lanciato nel 2003 tra Chambery Aiton e Torino Orbassano. Il servizio dura 3 ore per completare il viaggio di 175 km con quattro viaggi giornalieri. 
Il Bettembourg (Lussemburgo) - Le Boulou, a sud di Perpignan, è invece iniziato nel 2007 e offre tre viaggi di andata e ritorno al giorno per 1.045 km in 15 ore. 
Il terzo servizio, infine, è stato introdotto tra Calais e Le Boulou nel 2016 e impiega 23 ore per coprire il viaggio di 1.470 km.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia