Per ora è solo un'ipotesi, ma se nel caso il Governo italiano decidesse di abbandonare la TAV Torino-Lione le conseguenze economiche sarebbero pesanti e inesorabili.

L'Unione Europea avverte che l'Italia nel caso di abbandono del progetto sarebbe costretta a rimborsare 500 milioni già percepiti dal bilancio comunitario. Non solo: il nostro paese perderebbe anche i 700 milioni ancora disponibili per il periodo di bilancio 2014-2020 per completare l'opera. 

Comunque vada, insomma, l'Italia dovrà spendere soldi per la TAV, sia che venga costruita o meno. 

Proprio per questo motivo a Torino e in tutto il Piemonte sale la controprotesta "Si TAV".

Questo sabato, infatti, è in programma una grande manifestazione in piazza Castello, nel centro di Torino, dalle ore 11.

Successivamente il corteo pro-ferrovia si sposterà davanti alla sede della Regione. Alle 17 è prevista anche una manifestazione politica di Forza Italia, sempre in centro a Torino a sostegno della linea per Lione. 

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia