Tre giorni fa il vicepremier Matteo Salvini ha proposto di l’idea di tornare a utilizzare i treni per le trasferte dei tifosi di calcio.

"È molto più controllabile un gruppo di mille tifosi identificabili, che hanno acquistato con un documento il biglietto del treno, piuttosto che cento automobili in viaggio" ha detto Salvini.

Ad oggi, tuttavia, nessuna direttiva è arrivata ancora alle Ferrovie. Al momento, infatti, al quartier generale di Villa Patrizi, non sarebbe arrivata alcuna indicazione operativa su questo fronte. In attesa di sviluppi, ci accodiamo comunque a coloro che ritengono difficilmente percorribile un ritorno al passato con una riedizione dei 'treni speciali' per i supporter che seguono la squadra del cuore impegnata fuori casa.

Sono passati esattamente 20 anni, da quando il Governo di allora decise di sospendere le trasferte organizzate con i treni speciali organizzati dalle Ferrovie dello Stato, dopo il tragico incendio, che provocò quattro vittime, scoppiato su un convoglio con cui i tifosi della Salernitana tornavano da una trasferta a Piacenza.

Un episodio drammatico causato da ultras che avevano dato fuoco a dei poggiatesta e il fumo che in galleria si era trasformato in un gas tossico. Ma, al di là di vicende così gravi, ogni domenica si concludeva, comunque, con dei veri e propri bollettini di guerra con i treni messi a ferro e fuoco dai tifosi.

E quando non erano danneggiamenti venivano comunque provocati disservizi, ad esempio tirando continuamente il freno d'emergenza nelle stazioni per impedire ai convogli di ripartire e bloccando, di fatto, il traffico degli impianti.

Una soluzione quindi non percorribile, a nostro modo di vedere, anche perché una volta si destinavano a questi gruppi le più vecchie vetture del parco rotabili (spesso delle Tipo 1959) ma oggi bisognerebbe ricorrere a mezzi moderni che dovrebbero essere distolti dal traffico regolare. Una follia che le tifoserie attuali non meritano, soprattutto alla luce dei recenti accadimenti.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia