Prosegue il dibattito sulla TAV Torino-Lione in attesa dell’analisi costi-benefici che dovrebbe arrivare oggi e che stando ad alcune indiscrezioni, avrebbe esito negativo.

Qualora le indiscrezioni fossero confermate, bisognerà vedere come il governo Lega-M5S intenderà comportarsi. Il Movimento 5 Stelle è dichiaratamente per lo stop dell’opera mentre la Lega spinge per ultimarla.

Lo ha ribadito anche oggi Matteo Salvini ai microfoni di Rtl: “Io sono a favore di nuove strade e ferrovie, quindi anche della TAV. Se l’analisi dei tecnici sulla TAV fosse negativa, nessuno di noi vorrebbe né potrebbe fermare una richiesta di referendum”.

Per l’ex commissario straordinario di governo per la ferrovia Torino-Lione, Paolo Foietta, l’analisi costi-benefici che riguarda anche i costi francesi “è al di fuori di qualsiasi trattato internazionale e sarà sbeffeggiata dalla Francia e dalla Ue”.

Foietta lo ha detto in un video su Instragram realizzato con l’ex senatore Pd Stefano Esposito: “A che titolo il ministro Toninelli si occupa di investimenti di un altro governo che sono ancora tutti da definire? Ci porti i documenti che l’autorizzano a farlo”.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia