Rispondendo al question time del consigliere Federico Valetti (M5S), l’assessore ai Trasporti, Francesco Balocco ha spiegato quali treni verranno acquistati dalla Regione e su quali linee verranno destinati.

“Il contratto ponte siglato tra Regione Piemonte e Trenitalia prevede l’acquisto di 15 nuovi treni prodotti interamente nello stabilimento di Savigliano. Altri 6 treni saranno acquistati con fondi Fscdi competenza regionale a copertura delle tratte locali”, ha detto Balocco.

“I nuovi mezzi cambieranno in meglio il nostro modo di viaggiare. Ulteriori significativi rinnovi del materiale rotabile nell’arco dei prossimi 15 anni, avverranno tramite gli affidamenti dell’SFM (con la procedura del confronto competitivo) e del sistema dei Regionali Veloci, procedure che si concluderanno entro la fine dell’anno, portando alla sostituzione di oltre il 50% della flotta attualmente circolante”.

“Introdurremo anche i nuovi treni ad alta capacità Rock prodotti sempre in Italia dalla Hitachi destinati ai pendolari a 4, 5 o 6 carrozze con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana, e Pop, caratterizzati da ampi spazi per i passeggeri a mobilità ridotta, una migliore climatizzazione modulante grazie ai sensori ad hoc, rete Wi-Fi e telecamere di video sorveglianza, informazioni di viaggio su grandi display miglior performance di accelerazione rispetto ai precedenti treni regionali".

"Un investimento di oltre 38 milioni di euro, un impegno senza precedenti nella nostra Regione, finalizzato al miglioramento dell’affidabilità del materiale rotabile e del comfort di viaggio per gli utenti”, ha spiegato l’assessore.

Per Valetti “i treni acquistati dalla Regione sono troppo piccoli per soddisfare le necessità di un servizio metropolitano in continua crescita e con carrozze sempre strapiene”. Valetti ha poi invitato Balocco a “ripensare a tutto il lavoro non fatto in questi 5 anni invece di scaricare sempre le responsabilità su qualcun altro”.

“Il Piemonte ha bisogno di qualcuno che creda veramente nelle ferrovie al posto di trasformare le linee in disuso in piste ciclabili, come qualcuno vorrebbe tra le fila del centrodestra piemontese”, ha concluso Valetti.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia