Nei giorni scorsi, un bellissimo treno ha circolato sui binari della nostra penisola, il Golden Eagle Danube Express.

Di questo treno di lusso proveniente dall'Ungheria hanno parlato davvero tutti, sia la stampa specializzata che quella generalista, motivo per il quale abbiamo preferito accennare solo al suo transito e a una sua disavventura per tornare "a bocce ferme" a parlarne con un taglio diverso.

Molte, infatti, sono le fotografie e i video che ci sono giunti da tantissimi appassionati lungo la tratta percorsa da questo convoglio che entrato da Tarvisio ha percorso l'Adriatica per poi spostarsi sulla Tirrenica e quindi arrivare in Sicilia. Diverse sono in stazione, qualcuna in linea, alcune più appariscenti e altre meno, ma quel che conta è documentare il transito di un treno che difficilmente vedremo ancora sulla nostra rete ferroviaria.

Si parte, in apertura, con la foto di Cesare Sapienza, lungo le aride terre della Sicilia con una trazione Diesel davvero degna di nota per quanto piuttosto sfortunata (Ferrovie: una tappa sfortunata per il Golden Eagle Danube Express in Sicilia).

Proseguiamo poi, qui sopra, con lo scatto di Matteo Burroni che ha invece scelto Bologna Centrale come set. In questa circostanza, alla testa del prestigioso convoglio era presente una E.402B in livrea ex-Frecciabianca. Un ottimo colpo, se si considera che questa è una cromia destinata a sparire a breve.

Composizione identica con medesima locomotiva è stata colta anche da Davide Lippolis nella stazione di Bari Centrale. In questo caso, il fotografo ha sfruttato l'ora blu, un particolare momento della giornata che intercorre durante il crepuscolo e che permette di ottenere particolari effetti di contrasto non ottenibili altrimenti.

Ancora una E.402B ma stavolta nella nuovissima livrea Intercity Giorno per Vincenzo Russo, che ha invece immortalato il treno in una bellissima giornata di sole.

In questo caso lo scenario è quello della stazione di Torre Annunziata Centrale, lungo la ferrovia Tirrenica meridionale.

Per concludere una notturna ci voleva. Ce la fornisce Gabriele Luongo da Benevento che ha avuto il coraggio di sfidare le tenebre pur di riprendere questo insolito convoglio in stazione.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia