Cosa ci fanno un ETR 450 e una D.341 FIAT in Africa? Viaggiano, o per meglio dire, fanno viaggiare migliaia di lettere e pacchi ogni giorno.

Non stiamo parlando di un nuovo improbabile servizio ferroviario. Questi treni, insieme ad altri convogli italiani ed europei, li ritroviamo su moltissimi francobolli di Ghana, Sierra Leone, Mozambico e Angola. Una lunga serie di coloratissimi valori bollati, che rappresentano il meglio della produzione ferroviaria europea (ma c'è anche qualcosina di americano) degli ultimi anni.

In una serie della Sierra Leone troviamo il Frecciarossa 1000 in compagnia di altri treni ultra-moderni, ma la vera star dei francobolli sui trasporti in Africa è l'ETR 450. L'elettrotreno, purtroppo adesso non più in servizio regolare dopo una lunga e onorata carriera, è il convoglio più ricorrente di tutti.

Non è in realtà così difficile immagine perché: il Pendolino è stato per anni icona di modernità e velocità (anche se treni a lui contemporanei toccavano velocità massime maggiori), grazie anche alla sua forma avveniristica e alla sua colorazione azzeccata ed effetto, più d'impatto rispetto al tenue blu e bianco dello Shinkansen giapponese da cui deriva – alla lontana – stilisticamente.

Resta però difficili capire come ha fatto a finire una D.341 FIAT su alcuni francobolli di Grenada, in compagnia di vaporiere da tutto il mondo.

Chissà quale fotografia ha ispirato l'illustratore tanto da fargli scegliere una locomotiva che non spicca né per colori né tanto meno per design. Perché non una imponente vaporiera 685? O una elegante 740? In parte il fascino di questi francobolli risiede proprio in questo.

A noi non resta che gustarci queste belle illustrazioni con la consapevolezza che l'ETR 450 è e continuerà ad essere un pezzo di storia fondamentale nell'evoluzione mondiale dei trasporti. 

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia