Pare incredibile, ma quello che in Italia sarebbe, oltre che vietato, un affronto al buon senso, è la realtà quotidiana in un paese estero.

Avviene esattamente ai nostri antipodi, in Nuova Zelanda. Nel suo regolamento sulle manovre, Kiwi Rail permette ai manovratori di salire sui carri in manovra in particolari condizioni e con particolari tipi di carro, principalmente pianali. In caso di manovra "a bordo carro", il macchinista del convoglio deve essere avvertito e la velocità deve essere mantenuta bassa. Altra condizione, è che il pianale del carro sia pulito e senza oggetti d'intralcio lasciati nel mezzo, che potrebbero causare la perdita di equilibrio del manovratore.

In Europa, a parte qualche iniziativa personale non proprio edificante, questa modalità è vietata. I manovratori al massimo possono "appendersi" alle maniglie apposite dei carri e rimanere appoggiati coi piedi sui predellini, presenti alle estremità di quasi tutti i carri merci.

Non è un caso che la Nuova Zelanda sia letteralmente dall'altra parte del mondo. Va però specificato che il permesso di viaggiare sul carro per i manovratori è limitato all'area del deposito e non alla piena linea, dove l'alta velocità renderebbe praticamente impossibile rimanere in equilibrio senza cadere di sotto. 

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia