Una compagnia piuttosto insolita che ha cessato le attività dopo pochi anni di servizio è senza dubbio RailOne. Si trattava di un'impresa ferroviaria italiana fondata da Carlo Toto nel 2005, attiva nel settore del trasporto merci.

La storia della società risulta relativamente interessante ma la vera meteora è più che altro rappresentata dalla appariscente livrea applicata sui rotabili presi in carico, che si affacciano sui binari a partire dal 2012.

RailOne lavorava infatti con tre locomotive Siemens E.474 appartenenti al Gruppo ES 64 F4 che una volta erano in servizio per Del Fungo Giera / Impresa Ferroviaria Italiana. Esse erano numerate Re 474 101, 102 e 103 e furono messe da parte quando quest'ultima compagnia uscì dai servizi ferroviari nel 2008.

L'abbandono delle tre unità fu allora talmente repentino che la 474 102 rimase per mesi accantonata nella stazione di Latina venendo addirittura vandalizzata.

Solo in seguito RailOne decise di subentrare alla vecchia compagnia acquistando non solo le tre E.474 ma anche la G2000-51 sempre precedentemente appartenuta a DFG/IFI.

Le macchine elettriche vennero trasportate nel centro prove Siemens di Wegberg-Wildenrath per essere rimesse in ordine di marcia uscendo nel 2012 con una nuova appariscente livrea.

Essa si basava su frontali violacei con fiancate ravvivate dall'alternanza di fasce blu scuro, grigio chiaro e giallo con grande scritta RailOne ancora in blu scuro. Medesima cromia venne applicata anche alla G2000-51 che risultava parimenti appariscente ed elegante. 

Con questa "flotta" di locomotive, RailOne ha operato per diversi anni, trainando convogli lungo la Penisola, fin quando, sul finire del 2015, l'impresa è stata acquistata da CFI - Compagnia Ferroviaria Italiana per un valore di 8,6 milioni di Euro.

Con questa acquisizione, anche le locomotive già di DFG/IFI entrano a far parte del parco mezzi della nuova compagnia.
In un primo tempo le macchine girano con la livrea RailOne ma dopo alcuni mesi, approfittando degli stop nei periodi di minore traffico, le 474 102 e 103 vengono verniciate nella cromia sociale di CFI.

Ad esse si aggiunge successivamente anche la 101 che tuttavia si differenzia leggermente dalle prime due. Se queste hanno infatti le traverse tra frontali e fiancate in grigio chiaro, quest'ultima li ha in rosso, quasi a volersi differenziare.

Sparita sulle 474, la livrea RailOne rimane sulla G2000-51 che è stata inviata a Sermide per riparazione ma che non è escluso esca dalle officine privata della appariscente cromia che finora l'ha contraddistinta.

Foto di Roberto Giovagnorio, Lorenzo Pallotta e Vincenzo Russo

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia