A prendere questa decisione è stata l'Enac. Air Italy si troverà in difficoltà, in quanto possiede tre aerei di questo tipo.

L'ente nazionale aviazione civile ha sospeso l'utilizzo di quel tipo di aereo "per motivi precauzionali" e "visto il perdurare della mancanza di informazioni certe in merito alla dinamica dell'incidente della Ethiopian Airlines avvenuto domenica 10 marzo e che ha coinvolto un velivolo Boeing 737 Max 8 e del precedente incidente di ottobre in Indonesia". 

In Italia i problemi maggiori ce li avrà Air Italy, che ha a disposizione tre aerei di questo tipo.

In effetti sempre più indagini fanno pensare ad un errore di software come causa della doppia tragedia che ha ucciso più di trecento persone in Etiopia e Indonesia.

Dopo un giorno di dubbio, anche l'Italia si accoda agli stati che hanno bandito il velivolo.

"In accordo con quanto in corso in Europa, gli aeromobili di questo modello non possono più operare da e per gli aeroporti nazionali fino a nuove comunicazioni" ha scritto l'Enac.

Secondo quanto riportato dall'Agi, l'Enac continuerà a seguire l'evolversi della situazione in contatto con l'Agenzia europea per la sicurezza aerea.

Quello in atto oggi è un blocco dei voli che non ha precedenti nella storia recente dell'aviazione civile italiana.

Foto di Simone Previdi - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=69706658 

Foto di Paul Spijkers - http://www.airliners.net/photo/Lion-Airlines/Boeing-737-9GP-ER/2090632/L/&sid=ece440aaec5eefbce53612bfce641911, GFDL, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=20387082

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Dal nostro YouTube