Correndo il rischio di diventare noiosi, continuiamo a dare conto dei treni che vanno a morire.

Lo scorso 2 luglio ennesimo invio di materiale da smantellare da Novi Ligure a San Giuseppe di Cairo.

Se le notizie che ci sono state riferite sono corrette, dovrebbe essersi trattato di un trasferimento molto interessante, visto che contemplerebbe tre locomotive e quattro automotrici elettriche.

Le loco, nemmeno a dirlo, sono tre Caimano e precisamente la E.656.554 (Casaralta-Marelli, 1988), la E.656.583 (Sofer-Ansaldo, 1989) e la E.656.593 (Sofer-Ansaldo, 1989).

Oltre ad esse prosegue lo smantellamento delle ALe 801/ALe 940.

Erano infatti presenti in composizione la ALe 801.039 (Stanga-Marelli, 1978), la ALe 940.026 (Fiore-Lucana, 1977), la ALe 940.039 (Fiore-Lucana, 1978) e la ALe 940.063 (Fiore-Lucana, 1978).

Si assottiglia dunque ancora di più il numero di locomotive articolate e di automotrici obsolete presente sui nostri binari, con l'estinzione dei due gruppi sempre più vicina, se si escludono le unità preservate per treni storici.

A tal proposito insistiamo su un punto per noi fondamentale, ossia che si pensi per tempo di salvare un complesso di ALe 801/ALe 940, prima che sia troppo tardi e sia necessario rincorrere i mezzi rimasti in giro per l'Italia.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia