Una vera e propria ecatombe, nessun altro modo per definirla.

Alle 11.30 la situazione è ancora complicatissima per coloro che stanno viaggiando, a causa dell'atto vandalico di qualcuno che ha dato fuoco a una centralina nei pressi di Firenze.

Al momento ben 13 Frecce stanno viaggiando con oltre 180 minuti di ritardo, con il 9301 e il 9609 che sono abbondantemente oltre i 200 minuti.

Come se tutto questo non bastasse, altre 12 Frecce hanno maturato un ritardo di oltre 120 minuti mentre sono "solo" 16 quelle che tengono entro le due ore di ritardo, pur con un minimo di 40 minuti.

Ma il tutto non si limita alle Frecce, ovviamente. L'Intercity 583 sta viaggiando con oltre due ore, mentre ritardi più contenuti ma sempre molto forti riguardano altri 6 convogli del Servizio Universale.

RFI intanto rende noto che "A causa del danno, si registra una forte riduzione di capacità dell’infrastruttura ferroviaria. Per questo motivo, al momento sono stati cancellati 25 treni AV, sia di Trenitalia sia di Italo, e i ritardi si sono estesi a tutto il sistema alta velocità, con ripercussioni probabili per tutto il pomeriggio. 

Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro per ripristinare i cavi danneggiati e quindi la piena funzionalità dell’infrastruttura. RFI sporgerà denuncia contro ignoti".

Secondo gli investigatori, l’incendio è come detto doloso e c’è chi sospetta che si tratti di un atto messo a segno dai No Tav dopo gli scontri di ieri a Chiomonte. C’è però anche la pista di un’azione dimostrativa, collegabile al processo in corso al tribunale di Firenze contro 28 persone, la maggioranza delle quali collegabili all’area anarchica.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia