Non un grande anno per indebito superamento a via impedita dei segnali fissi in Svizzera.

Il 2018 sarebbe stato infatti un anno record, con ben 363 episodi, come si evince dai dati dell’Ufficio federale dei trasporti, resi noti oggi dal SonntagsZeitung.

Per dare un'idea, nel 2010, primo anno di analisi, ne erano stati contati 224 per quelli che sono veri e propri pericoli corsi di solito per distrazione del macchinista impegnato in altri compiti.

Le situazioni in cui sono stati ignorati i segnali ferroviari hanno sinora portato al ferimento di 108 persone, di cui quindici in modo grave. Dal punto di vista dei danni materiali, si parla di costi per 56 milioni di franchi.

«I macchinisti sono sempre più sotto pressione: ci sono più segnali ferroviari, la velocità dei treni è più alta, e ci sono maggiori accelerazioni» afferma Hubert Giger, presidente del Sindacato svizzero dei macchinisti e aspiranti.

Secondo le FFS, gli episodi riguardano soprattutto i macchinisti più giovani. Per fortuna l’azienda sta correndo ai ripari offrendo corsi di aggiornamento, e mettendo a disposizione esperti per il chiarimento di dubbi e corse accompagnate. Non sono ancora disponibili i dati per il 2019, ma le FFS dicono che dovrebbe essere in atto un’inversione di tendenza.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia