Si chiama Swiss Combi AG ed è il nuovo partner scelto dalle FFS per la FFS Cargo SA: la società è convinta del modello aziendale della ferrovia merci e pronta a impegnarsi per uno sviluppo congiunto del traffico merci in Svizzera.

La Swiss Combi AG è composta dai fornitori di servizi logistici Planzer Holding AG (40%), Camion-Transport SA Wil CT (40%), Bertschi AG (10%) e Galliker Transport AG (10%). Acquisirà il 35% delle azioni della società «Ferrovie federali svizzere FFS Cargo SA», di seguito denominata FFS Cargo SA.

L’azionista di maggioranza rimane la FFS SA con una quota del 65%. Questa partecipazione di minoranza rafforzerà la FFS Cargo SA in modo duraturo. La ferrovia merci continuerà a fornire servizi nella catena logistica della fornitura di tutti i clienti esistenti, puntando al contempo ad acquisirne di nuovi e ad aumentare lo sfruttamento delle capacità ferroviarie. L’obiettivo è di aumentare ulteriormente affidabilità ed efficienza.

Le controparti hanno deciso di non divulgare il prezzo di acquisto. La conclusione del partenariato è subordinata all’approvazione da parte delle autorità garanti della concorrenza. La decisione è prevista per il primo trimestre del 2020. A quel punto la SBB Cargo International SA sarà scorporata dalla FFS Cargo SA e posta sotto il controllo diretto della FFS SA. L’attività internazionale, infatti, non rientrava nell’offerta.

Più merci dalla strada alla rotaia

Le aziende riunite nella Swiss Combi AG mirano a trasportare maggiori volumi di merci su rotaia anziché su strada.
Questo rende i trasporti per i clienti più ecocompatibili e aumenta lo sfruttamento delle capacità nel traffico a carri sistematico e nel traffico combinato. L’obiettivo è di consolidare la competitività della ferrovia nella catena logistica della fornitura dei clienti e di impiegare i diversi sistemi di trasporto secondo i loro punti di forza: la ferrovia per le lunghe distanze tra le aree economiche, la strada per la distribuzione capillare ai clienti finali.

Le conoscenze del partner nella logistica di trasporto e di magazzino contribuiscono a sfruttare ulteriori potenzialità, ad esempio nell’ambito dell’approvvigionamento e dello smaltimento nelle aree densamente popolate o con nuove soluzioni logistiche da porta a porta per i clienti.

Nessun ulteriore taglio di posti di lavoro

Il partenariato non comporterà ulteriori tagli nei posti di lavoro. Come comunicato il 1° marzo 2018, la FFS Cargo SA sta lavorando allo snellimento dell’azienda: grazie a procedure semplificate, la ferrovia merci in futuro riuscirà ad assicurare le proprie attività chiave con meno collaboratori. I pensionamenti previsti nei prossimi anni tra il personale di manovra saranno compensati con l’automazione; al contempo le figure professionali saranno ulteriormente sviluppate. Il contratto collettivo di lavoro dei collaboratori della FFS Cargo SA entrato in vigore a maggio 2019 rimane invariato.

Da inizio 2019 la ferrovia merci è gestita come società indipendente del Gruppo FFS dal Consiglio d’amministrazione di Cargo Svizzera. È questo il presupposto per l’ingresso del partner.

Previo esito positivo dell’esame delle autorità garanti della concorrenza, il Consiglio d’amministrazione della FFS Cargo SA sarà composto da un massimo di sette membri. Di questi, due saranno rappresentanti della FFS SA, che potrà nominare fino a quattro membri.
Fino all’assemblea generale del secondo trimestre 2020 essi saranno il CEO FFS Andreas Meyer, che ricoprirà anche il ruolo di presidente del CdA, e il CFO Christoph Hammer. La Swiss Combi AG avrà anch’essa diritto a due amministratori, che saranno Nils Planzer e Josef Jäger. Dal quarto trimestre 2019 Eric Grob sarà integrato nel CdA come membro esterno. Eric Grob ha esperienza di consulenza nel settore dei trasporti e della logistica. Tra il 2008 e il 2016 è stato partner della società di consulenza McKinsey, dove ha assistito FFS Cargo nell’ambito di diversi progetti. Inoltre, ha diretto svariati incarichi per ferrovie e imprese logistiche di altri Paesi europei.

Andreas Meyer, CEO della FFS SA: «Cinque anni fa, dopo che Cargo è tornata in attivo, è nata l’idea di un partenariato sul modello di SBB Cargo International. Con questa cooperazione abbiamo posto importanti basi per il futuro sviluppo di FFS Cargo Svizzera.»

Nils Planzer, presidente del Consiglio d’amministrazione della Swiss Combi AG: «Siamo molto orgogliosi di portare avanti la storia di successo della ferrovia merci svizzera insieme alle FFS e ai nostri partner nonché di lavorare insieme per raggiungere l’efficienza economica. A tale proposito, per noi è molto importante anche promuovere la ripartizione modale (quota trasporti strada/ferrovia) a favore della ferrovia.»

Nicolas Perrin, CEO della FFS Cargo SA: «L’unione delle competenze logistiche dei partner rafforzerà il traffico merci ferroviario e contribuirà al trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia. Con soluzioni innovative, ecologiche e vantaggiose per i nostri clienti, rimarremo così la colonna portante dell’economia svizzera sul lungo periodo».

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia