Il nuovo presidente e amministratore delegato di Bombardier Transportation Italy, Franco Beretta, si è presentato ieri mattina all’assemblea dei dipendenti dello stabilimento di Vado Ligure con una ventata di ottimismo.

Beretta, che ricordiamo è stato nominato la scorsa settimana, ha infatti annunciato che dieci locomotive TRAXX DC3, precedentemente assegnate all’impianto tedesco di Kassel, saranno costruite a Vado, lo stabilimento ormai in crisi da anni.

Confermata inoltre una trattativa, definita “in fase avanzata”, con un nuovo cliente per la produzione di ulteriori sei macchine della stessa serie.

Pur riconoscendo che le notizie comunicate sono positive, i sindacati però ribadiscono che i problemi della filiale italiana della multinazionale canadese non sono ancora risolti. Infatti, fra poco più di un mese termineranno i carichi di lavoro della commessa per le quaranta locomotive ordinate da Mercitalia Rail e c’è il rischio di un periodo di fermo prima dell’avvio delle nuove produzioni, che saranno inoltre ancora in quantità limitate.

L’assemblea delle maestranze, come gesto distensivo, ha dato mandato alla rsu e ai sindacati di comunicare all’azienda la disponibilità a sbloccare la consegna delle locomotive ultimate, che erano state fermate all’interno dello stabilimento come iniziativa di protesta per la mancanza di risposte da parte del gruppo e per la cessione del reparto di ingegneria.

Dopo la caduta del primo governo Conte, i sindacati attendono poi un incontro con il nuovo ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, per discutere del futuro dello stabilimento.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia