Newag ha lanciato una variante bimodale della sua unità multipla Impuls alla fiera Trako, che si è svolta a Danzica dal 24 al 27 settembre.

La nuova 36WEh si basa sull'Impuls 2, ma ha un motore Diesel aggiuntivo. Secondo Newag, questa è una soluzione più economica delle unità ibride, che sono completamente prive di emissioni e funzionano a batterie su sezioni esterne ai fili.

Il convoglio può funzionare su percorsi elettrificati, utilizzando un pantografo, e con motore a combustione interna su linee non elettrificate. La 36 WEh ha una velocità massima di 160 km /h quando alimentata con elettrificazione a 3 kV CC e di 120 km/h quando alimentata a Diesel.

Il convoglio, composto da tre elementi, ha una lunghezza di 59,3 m con una capacità di 330 posti di cui 170 seduti. È dotato di porte da 1300 mm di larghezza e illuminazione a LED.

Mancano ancora indicazioni precise, ma il primo cliente potrebbe essere il voivodato della Lubusz, che l’anno scorso ha assegnato a Newag un contratto del valore di 43 milioni di zloty per la fornitura di due DMU. Newag ha offerto al cliente la possibilità di acquistare la versione bimodale.

Newag stima che solo in Polonia potrebbero essere necessarie circa 50 di queste unità. Allo stesso tempo, essa è anche la prima delle unità Impuls 2 con un motore Diesel. 

L'automotrice ibrida è ora in attesa di approvazione da parte dell'autorità ferroviaria polacca.

Foto Facebook Newag

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia