Ci sono proteste sacrosante come quelle in favore dell'ambiente che tuttavia, alle volte, prendono delle pieghe che sono inspiegabili.

Questa mattina si radunano i Fridays For Future di Firenze per protestare contro la stazione AV. "Siamo in stato di emergenza, basta grandi opere inutili come il passante di Firenze", scrivono sulla loro pagina Facebook.

Il tutto è dovuto alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, impegnata in un sopralluogo al cantiere Foster con il sindaco Dario Nardella, il governatore Enrico Rossi e l'ad di RFI Maurizio Gentile.

Aggiunge il comitato: "Durante il sopralluogo non staremo in silenzio e faremo sentire la nostra voce alla ministra ma anche ai nostri rappresentanti politici locali". Perché "come abbiamo ribadito più volte durante le nostre mobilitazioni, siamo in stato di emergenza climatica ed ambientale e pretendiamo lo stop ai progetti climalteranti e dannosi per il nostro territorio che Regione e Comune hanno in cantiere".

La protesta risulta però davvero singolare. Chiunque abbia un minimo di conoscenze ferroviarie sa che il nodo di Firenze è praticamente al collasso e il passante sotterraneo servirebbe come il pane. Esso permetterebbe di liberare la superficie dai treni AV facilitando di fatto il transito dei treni regionali e pendolari, con benefici immensi per l'ambiente visto che molti sarebbero più portati a usare il treno al posto delle auto.

Del resto fare altri binari in superficie è impensabile, visto che fra Campo Marte e Statuto non ci sarebbe spazio a meno di buttare giù palazzi.

Una protesta, dunque, della quale davvero non si capisce il motivo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia