Ritorna un nuovo appuntamento con “Top & Flop”! la rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana. 

Diteci la vostra sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP - Aperitivo sui treni svizzeri

Per qualche istante volevamo inserire questa notizia nel flop, perché l'idea di un aperitivo elvetico, consapevoli della proverbiale allegria propria dei nostri amici svizzeri, non è che ci avesse proprio entusiasmato. Tanto meno se il tutto prende parte nelle compassatissime carrozze ristorante SBB CFF FFS dove con un po' di concentrazione si riesce a sentire il rumore del battere delle ali di una mosca. "Di tutto quello che possono organizzare gli svizzeri, proprio l'aperitivo dovevano fare?". Ed invece, top alla loro idea, ben venga! 

Questo perché è in corso una sperimentazione in Svizzera che prevede l'aperitivo a prezzo speciale a bordo dei treni di categoria.
Per attirare un maggior numero di clienti, fino alla fine dell’anno, ai viaggiatori che desidereranno bere un bicchiere durante il viaggio di ritorno dal lavoro verrà offerto uno sconto del 50%, dalle 16 fino alla fine del servizio. Ma solo il mercoledì. E solo per le bevande analcoliche: uno sconto minore viene proposto sulla birra e sul vino.

Diciamo che l'idea di per sé è buona, ma i distinguo temporali (solo il mercoledì...) e sulla tipologia di bevanda (sconti maggiori solo sulle bibite analcoliche...) ci lasciano perplessi. Se qualche lettore svizzero ci leggesse e volesse documentare l'aperitivo "Made in Swiss" ci farebbe un bel regalo. Intanto, top sulla fiducia!

FLOP - Regione Liguria e Trenitalia

In relazione a quanto scritto prima, ma perché non ci siamo semplicemente scambiati i ruoli? Perché gli aperitivi non li lasciano organizzare a noi italiani e agli svizzeri lasciamo le cose serie, come l'organizzazione di una tratta ferroviaria?

E invece no, anche in Italia dobbiamo organizzare il nostro traffico ferroviario. E spesso lo facciamo... male. Perché la scorsa estate il trasporto regionale in Liguria non ha potuto contare sul servizio ferroviario per un totale di 900 chilometri, in piena stagione turistica. 23 convogli cancellati in tutta la Regione, per la gioia di pendolari, turisti e villeggianti. 

La comunicazione è stata data dall'assessore ai trasporti della regione Liguria, Gianni Berrino, durante un consiglio regionale a due interrogazioni di PD e M5S che chiedevano la revisione del contratto stipulato con Trenitalia, a causa dei continui disservizi.

“È sicuramente una grave mancanza - ribadisce l'assessore - ma non può essere una clausola di risoluzione. In presenza di altre gravi mancanze, però, siamo pronti a mettere in campo azioni per addivenire alla rescissione contratto”.

E nel Flop ci mettiamo anche un'altra cosa tutta ligure: quanto accade quotidianamente da aprile a ottobre nelle stazioni delle Cinque Terre, affollate fino all'inverosimile con grandissimi rischi per turisti e viaggiatori che rischiano di essere investiti non appena transita un treno sul binario.

Una situazione di non facile soluzione, ma che ci spaventa ogni giorno in cui vediamo certe scene dal Levante Ligure

Ce n'è abbastanza per un grande flop!!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia