Nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 si sono tenuti importanti lavori di potenziamento infrastrutturale che hanno interessato la linea Bologna-Rimini precisamente tra Faenza e Cesena.

La loro esecuzione ha costretto Frecciabianca, Frecciargento, Intercity Notte e treni merci a essere deviati via Rimini-Ravenna-Russi-Granarolo-Faenza e i regionali via Rimini-Ravenna-Lugo-Castelbolognese.

I lavori hanno riguardato l’impermeabilizzazione del ponte sul fiume Savio, poi l’inserimento di un nuovo binario nella stazione di Forlì per le precedenze e infine prove tecniche dei nuovi sistemi di gestione tra Forlì e Villa Selva e nella stazione di Forlì.

Inutile dire che è stata l'occasione per riprendere una mole di convogli che normalmente non transita su queste linee, piuttosto insoliti da vedere. Tra essi spiccano l’invio di nove vetture (7 IC Giorno e 2 XMPR) in trasferimento da Milano Centrale a Surbo con in testa la E.444R.056 ex Shunt Chopper, i merci di CFI con la 189 937 e la 189 114 ma anche l'ETR 521 n.005 sul Regionale Veloce 34003 da Piacenza a Rimini.

Inaspettatamente si è inoltre fatta vedere anche una composizione della DPR Marche sul Regionale 34024 per Bologna e 33991 per Ancona. Per quanto riguarda il traffico dei treni Frecciabianca e Frecciargento, spiccano il 35846 per Venezia con in testa la E.414.102 e in coda la .115 e il 35847 per Bari Centrale effettuato con il nuovo ETR 700 n.15.

Come penultimo deviato, ancora un ETR 700, il n.05 su Pescara, infine, come ultimissimo a lunga percorrenza il FA 35833 per Ancona effettuato ancora con il nuovo ETR 700 n.15.

Sarebbero troppi da dirvi tutti insieme, per cui vi lasciamo al video di Akiem483 che mostra tutto meglio di qualsiasi testo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia