Il Forum internazionale di Conftrasporto a Cernobbio porta in dote due importanti dichiarazioni di Maurizio Gentile, di RFI.

La prima riguarda il porto di Genova per il cui futuro si torna a parlare del retroporto di Alessandria. "L’idea - spiega Gentile - è realizzare delle navette tra Genova e Alessandria, in modo da completare i treni nel retroporto piemontese, in uno scalo merci passante su modello tedesco, sfruttando la sua posizione decentrata rispetto al Corridoio 5 Lisbona-Kiev. Inizialmente questo sistema non sarà economicamente conveniente, e penso dovrà essere supportato da incentivi come ad esempio il Ferrobonus".

I treni da completare nel retroporto di Alessandria dovrebbero essere quelli originati dagli scali di Fuorimuro, Campasso, Genova Pra’ tutti destinati a a essere portati a 750 metri di lunghezza (l’unica struttura che non sarà portata a questa lunghezza è la Rugna, l’area retrostante Calata Bettolo). Un treno da 750 metri trasporta 82 teu, l’equivalente di 2.000 tonnellate o 40 tir.

La seconda riguarda invece i collegamenti internazionali. Gentile infatti conferma che RFI "completerà il collegamento tra Italia e Svizzera nel 2021. Dovremo intervenire in prossimità di Milano con il quadruplicamento della Rho-Gallarate". l'AD ha poi sottolineato "una certa riluttanza di alcuni comuni che non vogliono una presenza ferroviaria maggiore di quella che c'è".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia