Non bastavano i problemi ai bimodali, ora ci si mettono anche i cretini.

Secondo quanto riportato da fonti locali, Ferrovie dello Stato avrebbe denunciato alla polizia ferroviaria il ritrovamento di sassi sui binari della linea Aosta-Torino. I fatti risalirebbero allo scorso martedì 22 ottobre, quando il Regionale 4036 delle 17.28, effettuato con uno dei nuovi BTR 813, partito da Aosta e diretto a Torino, si è dovuto fermare tra il capoluogo valdostano e il vicino comune di Quart.

Dopo aver verificato che non fossero stati riportati danneggiamenti, il convoglio ha ripreso la corsa giungendo però a destinazione con 35 minuti di ritardo.

I problemi di gioventù dei treni si possono risolvere e Stadler ci sta già lavorando alacremente. Quelli al cervello di alcune persone è più difficile.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia