Ferrovie dello Stato si impegna a ridurre il rumore dei mezzi in movimentazione nel porto di Pra’.

Questo l’importante risultato della riunione del tavolo tecnico “Pra’lmarium”, secondo quanto rilanciato da bizjournal.it. L’incontro è stato organizzato dall’assessore allo Sviluppo economico Francesco Maresca. Presenti anche rappresentanti dell’autorità di Sistema portuale e di Ferrovie dello Stato, Fondazione primavera, Fuori Muro e Pra’lmarium.

I convocati si sono soffermati sulla necessità di attuare pratiche di mitigazione dei rumori del parco ferroviario soprattutto nelle ore notturne. Tramite RFI, Ferrovie si è impegnata per uno studio di fattibilità sulla realizzazione di un impianto fisso di lubrificazione dei binari, per eliminare gli stridii da tallonamento delle ruote dei carri ferroviari. Previsto anche il progetto di un passaggio a livello stradale in ingresso terminal Psa GenovaPra’ per eliminare le fermate e ripartenze dei treni portuali.

Altri studi di fattibilità riguardano l’installazione di un impianto di automazione degli scambi in grado di ridurre i rumori delle attività portuali, e aumentarne efficienza e velocità delle movimentazioni. Al vaglio anche la sostituzione dei locomotori Diesel con quelli ibridi.

È stato inoltre modificato il nome del parco e della bretella ferroviaria in “Parco ferroviario Pra’ Mare” e “Bretella Ferroviaria di Pra’” oltre programmare la riparazione e il ripristino dei divisori della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia nel tratto tra il rio Branega e il San Giuliano e tra via Pra’ nei tratti di Sapello e Longarello.

Foto 2 di Fond primavera - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48381748

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia