Ancora problemi con le porte per i treni delle FFS.

Un convoglio della compagnia ferroviaria svizzera ha infatti circolato con una porta non chiusa nella giornata di giovedì tra Brugg e Baden, senza che il macchinista ne se accorgesse. Secondo quanto hanno reso noto le Ferrovie federali, la porta è stata aperta da qualcuno utilizzando lo sblocco d'emergenza.

Il personale di scorta del treno ha scoperto l'accaduto durante la corsa è l'ha immediatamente chiusa, ha detto il portavoce delle FFS Raffael Hirt.

Le FFS partendo dal presupposto che qualcuno abbia attivato deliberatamente il dispositivo di sblocco d'emergenza subito dopo la partenza del treno, hanno avviato una inchiesta interna mentre la porta protagonista del fatto è stata chiusa a chiave.

È giallo, intanto, sulla avvenuta o meno segnalazione della porta aperta al macchinista. In una situazione normale, esso dovrebbe vedere una spia rossa accendersi quando qualcuno utilizza l'apertura d'emergenza delle porte per quanto da un punto di vista tecnico il treno in questione, composto da carrozze Tipo CU IV, può partire anche con porte aperte.

Come si ricorderà, questo tipo di carrozze era stato protagonista qualche mese fa di un tragico incidente costato la vita un controllore di 54 anni rimasto incastrato nella porta di un InterRegio in partenza a causa di un difetto tecnico, venendo trascinato e morendo per le ferite riportate.

In seguito a tale incidente le FFS avevano introdotto una nuova procedura di chiusura delle porte dei treni delle vetture in questione mentre i mezzi più moderni non avevano richiesto modifiche godendo già di un funzionamento sufficientemente sicuro.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia