Bombardier sta lavorato intensamente per risolvere i problemi dei nuovi treni a due piani forniti alle FFS.

Durante una conferenza stampa convocata a Zurigo, le ferrovie svizzere hanno assicurato che i convogli sono ora «più affidabili e comodi». Dall'introduzione del nuovo orario nel dicembre 2018, il 75% circa delle cause tecniche di malfunzionamento hanno potuto essere eliminate.

Importanti progressi sono stati fatti anche in termini di comfort, mentre l’introduzione di un nuovo software avrebbe ridotto le vibrazioni al di sotto dei livelli di altri treni convenzionali a due piani.

Al momento Bombardier ha consegnato alle FFS 25 convogli a due piani per il traffico a lunga percorrenza TLP. La consegna dell’intera flotta, per complessivi 62 treni - più volte rimandata - è ora prevista entro l’estate 2021.

In seguito alle critiche dei mesi scorsi, Bombardier ha creato un apposito sito web in cui è possibile ottenere informazioni aggiornate sull'introduzione e l’esercizio dei nuovi convogli.

Ordinati nel 2010 con una spesa di 1,9 miliardi di franchi, i convogli bipiano avrebbero dovuto essere consegnati a partire dal 2013, ma a causa dei noti problemi, i ritardi nella consegna si sono accumulati. I primi treni sono entrati in servizio nel febbraio 2018 tra Berna e Zurigo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia