Una vicenda molto delicata che non sembra vedere gli sviluppi attesi dai lavoratori.

Stiamo parlando della annosa questione degli operai assunti dalla CAF per la manutenzione degli ETR 500 di cui avevamo parlato qualche settimana fa (Ferrovie: incubo per 233 operai CAF rimasti senza lavoro).

La novità è che inizialmente CAF aveva fatto sapere ai lavoratori di non poter ricorrere contro la decisione del TAR, ma venerdì scorso sarebbe emersa una novità.

Stando a quanto reso noto da MilanoToday, infatti, l'azienda spagnola avrebbe deciso di presentare una sorta di contro ricorso al tribunale amministrativo per vedersi riassegnato il bando, anche perché molti degli operai in organico sono specializzati, avendo lavorato a lungo proprio con la ditta "rivale". 

La brutta notizia è che tuttavia CAF avrebbe fatto sapere di non poter annullare la procedura di licenziamento.

La decisione dei giudici, infatti, arriverebbe non prima di sei o sette mesi, mentre gli esuberi diventeranno effettivi a partire da inizio gennaio, mancando quindi i tempi tecnici necessari per continuare a garantire l'occupazione ai propri lavoratori. 

Sono 233 gli operai che rischiano di restare senza un lavoro, e il tempo, inesorabilmente, corre nella direzione sbagliata.

L'articolo completo è disponibile cliccando qui.

 

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia