La ferrovia tedesca DB, la francese SNCF e l’italiana Trenitalia, in collaborazione con le FFS, intendono ampliare ulteriormente l’offerta nel traffico ferroviario internazionale.

La partnership tra queste ferrovie tiene conto dello sviluppo e dell’importanza sempre maggiore delle tematiche legate alla sostenibilità e alla protezione del clima, come pure dell’aumento della domanda. In occasione di un evento comune tenutosi a Zurigo, le FFS, la DB, la SNCF, TGV Lyria e Trenitalia hanno presentato i nuovi treni per il traffico internazionale.
Le capacità sugli assi più importanti che collegano la Svizzera ai paesi confinanti saranno notevolmente aumentate.

L’anno in corso ha visto un netto aumento della domanda nel traffico ferroviario internazionale: tra gennaio e settembre la domanda per le destinazioni internazionali è aumentata del 10 percento rispetto all’anno precedente.

Oltre al potenziamento graduale dell’offerta, uno dei fattori che ha contribuito all’aumento della domanda è l’attenzione sempre maggiore verso la sostenibilità e la protezione del clima che porta a favorire i viaggi in treno perché più rispettosi dell’ambiente. Le FFS promuovono ormai da molti anni una strategia di cooperazione a livello nazionale e internazionale e hanno costantemente ampliato la propria offerta in collaborazione con altre ferrovie dei Paesi confinanti.

I quattro partner europei hanno come obiettivi comuni l’aumento del numero di collegamenti nel traffico viaggiatori e la riduzione dei tempi di viaggio.

Per fare fronte allo sviluppo attuale e futuro nel traffico viaggiatori internazionale, le FFS e le ferrovie partner DB, SNCF e Trenitalia hanno deciso di ampliare ulteriormente la collaborazione per quanto riguarda i collegamenti diurni internazionali. Assieme alle Ferrovie federali austriache (ÖBB), le FFS intendono sviluppare ulteriormente la rete di treni notturni da e per la Svizzera.
In occasione di una conferenza congiunta tenutasi a Zurigo, le FFS e le ferrovie partner hanno presentato i nuovi treni per il traffico viaggiatori internazionale delle FFS:

•    A partire dal cambiamento d’orario di dicembre 2019, i clienti diretti in Germania da Coira e Zurigo potranno viaggiare a bordo dell’ICE 4, il treno ad alta velocità di ultima generazione della flotta tedesca, che sostituirà la prima generazione di ICE in servizio da circa 30 anni. L’ICE 4 offre ai suoi passeggeri la connessione WLAN gratuita, un portale di intrattenimento e, in prima classe, un servizio al posto e giornali gratuiti.

Con la nuova flotta la capacità potrà essere aumentata del 20 percento rispetto all’ICE 1. L’ICE 4 offre tanto spazio per i bagagli, un ristorante di bordo e un ampio spazio riservato alle famiglie e ai bambini. Il design senza barriere viene incontro alle esigenze dei viaggiatori con mobilità ridotta.

•    Già da dicembre 2019 TGV Lyria impiegherà i TGV a due piani completamente ammodernati sulle tratte che collegano Zurigo, Losanna e Ginevra a Parigi. I treni a un piano attualmente in servizio per TGV Lyria nel traffico tra Francia e Svizzera saranno completamente sostituiti con il cambiamento d’orario di dicembre 2019. Anche l’offerta verrà ulteriormente ampliata.

La nuova flotta, composta da 15 TGV a due piani, consentirà alla società affiliata delle FFS e della SNCF di aumentare l’offerta giornaliera di posti a sedere di 4500 unità, per un totale di 18 000 posti al giorno. Per tutti i viaggiatori è a disposizione la connessione WLAN gratuita e un portale di intrattenimento. In classe «Business-1ère» i viaggiatori potranno usufruire di numerosi servizi, tra cui un’offerta di ristorazione con piatto caldo servito al posto.

•    Lungo l’asse del San Gottardo, sempre a partire da dicembre 2019, il nuovo treno internazionale FFS per il traffico a lunga percorrenza «Giruno» collegherà la Svizzera tedesca con Lugano/Chiasso e, dalla primavera 2020, si spingerà gradualmente fino a Milano. Anche sul Giruno sarà disponibile la connessione WLAN gratuita. Il Giruno è il primo treno internazionale a lunga percorrenza delle FFS con accesso a pianale ribassato per l’Italia, la Svizzera e la Germania. Si tratta anche del primo treno delle FFS con toilette separate per uomini e donne.

Con l’introduzione di queste tre nuove flotte e grazie alla collaborazione con le ferrovie partner, le FFS promettono un’offerta più ampia e rispettosa dell’ambiente verso i Paesi confinanti. L’impiego dei nuovi treni nel traffico internazionale consente alle ferrovie che partecipano a questo progetto di ampliare la loro offerta a medio e a lungo termine e di migliorare la propria competitività rispetto al traffico aereo, al traffico individuale motorizzato e al traffico internazionale di autobus a lunga percorrenza.

Grazie all’aumento dell’offerta di biglietti risparmio internazionali dalla Svizzera, viaggiare in treno diventa più vantaggioso anche da un punto di vista economico. Le FFS stanno inoltre rielaborando il loro sistema di vendita online per i biglietti internazionali per renderlo più user-friendly e facilitare così la ricerca e la prenotazione di tariffe risparmio.

Le FFS e Trenitalia stanno lavorando per ampliare dal 2021, dopo l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri, la propria offerta per raggiungere nuove destinazioni in Italia, affiancandole a quelle già esistenti verso Milano e Venezia. Con la messa in servizio della galleria di base del Monte Ceneri i tempi di percorrenza verso l’Italia saranno inoltre notevolmente ridotti.

I treni a due piani di TGV Lyria (507 posti a sedere in composizione singola, 1024 in composizione doppia) collegheranno Parigi e Zurigo sei volte al giorno, ogni due ore, in entrambe le direzioni. Sulla tratta LosannaParigi, TGV Lyria offrirà sei collegamenti giornalieri in entrambe le direzioni e addirittura otto collegamenti giornalieri in entrambe le direzioni sulla tratta GinevraParigi. Verso la Germania, gli ICE 4 configurati con 830 posti a sedere circoleranno sette volte al giorno da Zurigo fino a Francoforte e ad Amburgo: tra la Svizzera e la Germania ci saranno più di 40 collegamenti diretti giornalieri in ciascuna direzione.

L’ampliamento dell’offerta in collaborazione con i partner delle FFS proseguirà anche nei prossimi anni. Già da dicembre 2020 l’offerta di collegamenti verso Monaco di Baviera verrà ampliata con sei coppie di treni e il tempo di percorrenza ridotto a solo 3 ore e 30 minuti, ben un’ora in meno rispetto alla durata attuale.

Le foto dell'evento saranno disponibili questo pomeriggio alla pagina Internet www.ffs.ch/mediacorner.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia