Anche con ghiaccio e neve i viaggiatori tedeschi devono arrivare in treno in sicurezza alla loro destinazione.

Per questo motivo, Deutsche Bahn quest'anno sta investendo circa 70 milioni di euro. Per mantenere libere le rotaie e i marciapiedi, DB ha già addestrato molti addetti in estate, procurato tonnellate di materiali come la sabbia e messo alla prova i convogli. Le stazioni meteorologiche di DB aiuteranno a valutare la situazione meteorologica nel modo più preciso possibile mentre i database invernali aiuteranno a coordinare meglio le persone e la tecnologia nelle stazioni.

18.000 professionisti del servizio invernale a livello nazionale sono in attesa di liberare i sistemi ferroviari da neve e ghiaccio il più rapidamente possibile. 

Se gli orari cambieranno in condizioni meteorologiche estreme, DB informerà la clientela direttamente sulle alternative. Oltre a DB Navigator e agli annunci in linea, DB raggiungerà i suoi passeggeri anche attraverso oltre 6.000 display in circa 5.700 stazioni. 

49.000 dei circa 70.000 scambi hanno scaldiglie per impedire il congelamento delle parti in movimento e per 12.700 punti in aree chiave della rete è prevista anche una copertura aggiuntiva. tutto ciò protegge da cumuli di neve e blocchi di ghiaccio che cadono dai treni. Al fine di rilevare e correggere i guasti in anticipo, le scaldiglie in 5.800 punti sono monitorati digitalmente. 

La ricerca mostra che le condizioni meteorologiche estreme continueranno ad aumentare nel futuro. Per soddisfare al meglio questi cambiamenti climatici, DB ha creato un proprio team di esperti. Gli specialisti valutano gli eventi meteorologici passati e presentano proposte. Un esempio tangibile di questo modo di lavorare è la gestione della vegetazione lungo le linee ferroviarie intrapresa dal 2018 per il rimboschimento di alberi a prova di intemperie.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia