La Direttissima ormai satura, il sovraffollamento di convogli AV Trenitalia e Italo, i treni regionali che finiscono troppo spesso per essere penalizzati.

Questi gli argomenti principali dell’incontro fra l’assessore regionale alle infrastrutture della Toscana, Vincenzo Ceccarelli, e l’Ad di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile.
Con l’entrata in vigore del nuovo orario invernale il 15 dicembre, c’è infatti timore per le interferenze tra la nuova programmazione dei treni AV e gli orari del traffico ferroviario regionale.

Ceccarelli ha esposto tutte le criticità evidenziate dalla Regione in merito alle modifiche presenti nell'orario ferroviario, con particolare attenzione allo spostamento di tutte le fermate dell’Alta Velocità da Campo di Marte a Santa Maria Novella, e alle interferenze tra i nuovi orari di diversi convogli AV e le tracce di numerosi treni regionali, anticipati o posticipati per consentire il traffico dei treni primi.

L’Ad Gentile si è impegnato a monitorare l’andamento dei treni dopo le variazioni, che entreranno in vigore dal 15 dicembre, e a intervenire con modifiche in caso di criticità.

Ceccarelli e Gentile hanno poi concordato un nuovo incontro che si terrà a gennaio a Firenze, in cui verranno affrontate le tematiche relative al nodo ferroviario fiorentino ed in particolare al sottoattraversamento TAV e alle infrastrutture ad esso collegate.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia