Queste notizie è sempre meglio darle con tutti i condizionali d'obbligo.

Ad ogni modo, da qualche tempo, circola tra gli addetti ai lavori l'indiscrezione secondo la quale sabato 14 dicembre si chiuderebbe ufficialmente la carriera delle E.444R o, se vogliamo, delle E.444 da cui esse sono derivate.

Diciamo subito che non c'è alcuna voce ufficiale e che in effetti le Tartaruga già da tempo hanno visto una flessione costante del numero di treni assegnati, ma stavolta pare proprio che su di loro cali definitivamente il sipario.

Come spesso accade in questi casi, non si potrebbe trattare di una fine repentina, quanto piuttosto di un lungo addio, visto che sembra che le unità ancora in grado di viaggiare vengano tenute di scorta o per eventuali servizi "minori".

Quel che è certo è che da un lato sarà sempre più difficile vederle in circolazione e dall'altro che l'epopea di una macchina che ha fatto la storia delle Ferrovie dello Stato si chiuderà con tutta probabilità alla soglia dei 50 anni.

Se sarà così, spazio alle unità preservate, affinché continuino a portare avanti alle future generazioni il ricordo di due tra le locomotive più eleganti che il nostro Paese abbia mai avuto.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia