La pasta Barilla arriverà sulle tavole dei consumatori (anche) grazie a GTS.

Saranno infatti i mezzi della compagnia pugliese a trasportare su ferrovia la produzione Barilla nel mondo. L’annuncio è arrivato durante l’incontro “Stakeholders meeting “Gts as is & to be” organizzato dal gruppo GTS a Bari e dedicato alle imprese per promuovere e incoraggiare le nuove opportunità commerciali di un settore in continua espansione nonostante il rallentamento dell’economia.

L’azienda barese, che i nostri lettori ben sanno essere un operatore europeo del trasporto intermodale delle merci, con l’operazione che coinvolge Barilla, permetterà di togliere dalla strada oltre 4.000 TIR che oltre a creare meno traffico tradotto porteranno a una riduzione di migliaia di tonnellate di CO2.

“Abbiamo apprezzato lo spirito imprenditoriale di GTS, la capacità progettuale e la tangibile competenza in materia intermodale e ferroviaria – ha detto Gianluigi Mason, Trasporti Internazionale Gruppo Barilla – Siamo convinti che questo progetto partirà nel migliore dei modi, e ci permetterà di ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività logistiche, in completa coerenza con la nostra mission aziendale”.

“Siamo orgogliosi di come si sta chiudendo questo 2019, nonostante il rallentamento dell’economia a livello globale – gli fa eco il CEO di GTS, Alessio Muciaccia – ma ancor più eccitati di come si sta aprendo il 2020. Clienti top brand come Barilla si affideranno a GTS per togliere migliaia di camion dalle strade tra Parma e la Germania con un nuovo treno dedicato. E una primaria compagnia di navigazione ci affiderà da febbraio la trazione di company train dal porto di Genova”.

Una buona notizia, dunque, per il gruppo barese che chiude il 2019 forte di nuove acquisizioni commerciali e con un fatturato in forte crescita: +10% sul 2018 a oltre 100 milioni di euro.

Il tutto nell'anno in cui anche il parco rotabili è stato incrementato con le nuove 494 di Bombardier. Una novità importante se si considera che GTS effettua oltre 120mila spedizioni intraeuropee su un network di copertura di 11 paesi con 3.800 treni completi e grazie al lavoro di 190 collaboratori.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia