Ritorna un nuovo appuntamento con “Top & Flop”! la rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana. 

Questa settimana, visto che siamo a Natale, andrà on-line in forma un po'... diversa!

Ovvero: niente flop, solo top. Siamo a Natale, ve lo dobbiamo. Dalla prossima settimana torna tutto come prima.

Diteci la vostra, come anche di questa novità, sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP 1 - Transiberiana d'Italia

Funziona, funziona, funziona. Noi che siamo appassionati di treni lo abbiamo sempre saputo, ma il grande pubblico fino a qualche anno fa non immaginava assolutamente nulla. Invece, dopo decine e decine di treni storici, dopo tanto battage pubblicitario e investimenti da parte di Fondazione FS e dell'Associazione Le Rotaie, la Sulmona - Isernia è una delle ferrovie più conosciute d'Italia. 

Il 2019 che si sta per chiudere è stato un anno intenso per l’Associazione e il progetto di turismo ferroviario lungo la linea in questione. Solo nel 2019, l’Associazione composta da volontari abruzzesi e molisani ha realizzato in collaborazione con Fondazione FS Italiane 84 circolazioni con finalità turistiche, per un totale di 31.500 viaggiatori (+49% rispetto al 2018) ed una serie di servizi esperienziali connessi.

Ma non è tutto, perché come abbiamo già detto qualche giorno fa, anche il 2020 si preannuncia intenso.

Il ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini ha infatti annunciato che il 2020 sarà “l’anno del treno turistico” e l’associazione d’intesa con la Fondazione FS Italiane ha programmato circa 90 partenze per il 2020 con quelle invernali dei primi mesi dell’anno già sold out e una proposta per un piano strategico con la regione Molise per il rilancio delle stazioni di Isernia e Campobasso anche come punto di partenza turistico per le direttrici sul Sannio e Benevento da un lato e per l’Alto Molise e l’Abruzzo dall’altro.

Quando le cose non funzionano siamo i primi a criticare, ma di fronte a questo bel risultato non possiamo che complimentarci con tutti gli artefici e applaudire a quanto fatto. Bravi! Che questo sia l'esempio anche per tante altre ferrovie storiche sparse in Italia. Con la speranza di vedere anche nel 2020 circolare sulla splendida Transiberiana d'Italia anche qualche composizione diversa dal solito.

TOP 2 - Amazon/Ferrovie Nord

Forse i ritmi delle nostre vite si stanno alzando talmente tanto che ormai ne abbiamo perso il controllo (e questa iniziativa ne è la prova) ma a noi, che dire... l'idea di Amazon e Ferrovie Nord è piaciuta parecchio.

In pratica, entro la fine del 2020 verranno installati 100 Amazon Locker negli scali lombardi, per servire pendolari e residenti. Il primo è operativo presso la stazione di Milano Cadorna. Di cosa si tratta?

Di un luogo protetto dove poter far recapitare i propri ordini Amazon, così da poterli utilizzare subito durante il proprio (spesso noioso) viaggio in treno o ritirare di ritorno dal lavoro o da una commissione.

Gli Amazon Locker sono accessibili ai clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e costituiscono un’opzione di ritiro per milioni di prodotti in vendita sulla piattaforma della dot.com, con la possibilità di scegliere fra le opzioni di spedizione in un giorno oppure standard. In media i clienti che utilizzano i Locker riescono a ritirare o restituire un pacco in meno di un minuto.

Ormai, piaccia o no, Amazon è entrato a far parte delle nostre vite, quindi perché non sfruttarlo come si deve? Bravi. Adesso, cari amici di Ferrovie Nord, non dimentichiamoci di far funzionare i treni e di farli arrivare in orario. Altrimenti, altro che Amazon Locker!

Alla prossima settimana!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia