I giorni che stiamo vivendo sono di festa e di riposo per molti, ma come sempre non per tutti.

Con le feste che arrivano al giro di boa il nostro pensiero va anche stavolta a tutti i ferrovieri, sia sui treni che negli uffici, che hanno lavorato a Natale, l’ultimo dell’anno, nella giornata di oggi o durante le festività, quando quasi tutti gli altri sono a casa con le famiglie.

A loro, che si separano dai propri cari nei giorni più belli dell’anno per far sì che altre persone arrivino in sicurezza a destinazione, che devono sbrigarsi a scartare i regali con i figli perché iniziano il turno, che vedono le città festeggiare il nuovo anno dal finestrino di un locomotore o che devono saltare il pranzo in famiglia del primo dell'anno per quel servizio che qualcuno deve pur fare, va il nostro sincero ringraziamento.

Perché troppo spesso viene dato tutto per scontato e si banalizza il duro lavoro di chi manda avanti il Paese con impegno, sacrificio e abnegazione.

E per estensione, ovviamente, il nostro grazie va a tutti coloro che anche lontano dai binari non conoscono sosta nemmeno in questo periodo dell'anno, lavoratori nell'ombra che contribuiscono a rendere migliori e più sicure giornate in cui altri festeggiano.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia