Un nuovo piano acustico per risolvere il problema del passaggio dei treni merci nel centro abitato di Vignale.

A predisporlo sarà RFI che è alle prese con la progettazione del «baffo ferroviario», la deviazione della linea che eviterà ai convogli merci di passare nel centro abitato di Novara per arrivare direttamente allo scalo del Boschetto.

Il progetto definitivo è atteso per il prossimo autunno, ma da molto tempo i residenti di Vignale si oppongono all'installazione da parte di RFI di barriere antirumore dell’altezza di sette metri che, a loro parere, cambierebbero drasticamente l’ambiente urbano. In un incontro organizzato dal comitato spontaneo di quartiere di Vignale, il sindaco Alessandro Canelli, ha confermato che il piano acustico verrà modificato, e che RFI ne predisporrà uno nuovo.

“Abbiamo chiesto e ottenuto ad esempio - ha annunciato il sindaco - che le barriere non siano più collocate nella zona di via Formaggio perché non sarà più interessata da un consistente passaggio di convogli merci”.

 

Canelli ha aggiunto di avere chiesto ai vertici di RFI precise garanzie sul passaggio dei treni più pesanti, come la riduzione della velocità in prossimità dell’abitato e l’assenza di segnalazioni acustiche durante i passaggi notturne. A loro volta le Ferrovie hanno garantito un rinnovo della materiale rotabile, in modo da ridurre il rumore in modo consistente.

Il progetto originario di RFI prevede opere di mitigazione acustica, ovvero grandi pannelli fonoassorbenti, per quasi 5,2 chilometri: di questi un chilometro e mezzo verrebbero collocati lungo la linea ferroviaria Alessandria-Arona e 3,7 chilometri lungo la linea Torino-Milano; le Ferrovie spenderebbero 2 milioni di euro al chilometro. Ora però il piano subirà una profonda revisione.

Il sindaco ha poi confermato la realizzazione del «baffo», un’opera per cui RFI ha stanziato 84 milioni di euro. Il percorso ferroviario riservato ai treni merci partirà all'altezza del ristorante «La Sorgente», in corso Risorgimento. Il progetto del nuovo tratto ferroviario prevede una linea che unirà l’area di Vignale e Veveri alla zona del Boschetto di Sant'Agabio, è finanziato ed è prevista la sua realizzazione entro il 2025. In questo modo il traffico merci dalla zona nord della città bypasserà la parte centrale e si dirigerà direttamente verso il terminal.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia