Ripristinare le fermate dei treni a Redipuglia, istituendo un servizio di trasporto turistico nel periodo aprile – novembre e nei giorni festivi.

Questa la richiesta presentata dal consigliere regionale Antonio Calligaris durante la discussione della finanziaria e approvato dalla giunta regionale e anticipata da Il Friuli.

Lo scopo è quello di "prevedere nuove linee e l’incentivazione delle esistenti anche a fini di sviluppo turistico. In questo senso sarà possibile istituire corse ferroviarie per eventi storici e turistici singoli, ma anche, e qui sta la novità, delle linee periodiche per soddisfare esigenze e flussi di tipo turistico".

La stazione Regia di Redipuglia, essa stessa monumento di pregio architettonico e coeva del vicino Sacrario, è certamente principale luogo deputato all’arrivo di turisti e visitatori della Grande Guerra.

“Inoltre, va considerato che la sua riapertura potrebbe sicuramente favorire le visite delle scolaresche al vicino Sacrario (che si concentrano nel periodo aprile-maggio)”.

La stazione è inutilizzata dal 2013, ma continua a essere presidiata dalle ferrovie oltre a essere la sede del Museo Multimediale della Grande Guerra gestito dalla Pro Loco Fogliano Redipuglia.

Ora si tratta di avviare un confronto tecnico con RFI e Trenitalia e una volta valutata anche la sostenibilità economica dell’operazione, per l’assessore alle infrastrutture Graziano Pizzimenti sarà possibile attivare un servizio sperimentale in prima battuta.

"È chiaro  - conclude - che questo è solo l’inizio del percorso per sanare la soppressione delle fermate a Redipuglia proprio nel periodo del Centenario della Grande Guerra".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia