Una sorta di "declassamento" per la stazione svizzera di Chiasso.

Secondo quanto lasciato intendere dal Consiglio di Stato, la cittadina di confine resterà uno snodo di interscambio importante ma "solo" tra "i servizi ferroviari regionali TiLo e Trenord" e fra "treno e bus".

In soldoni, dunque, addio ai treni internazionali. La necessità di centrare l’obiettivo di avvicinare Zurigo a Milano in 3 ore, infatti, porterà, dal 2022, a cancellare la fermata dell’Eurocity, grazie anche alle misure infrastrutturali adottate dalle FFS che consentiranno ai convogli di evitare la sosta tecnica. A livello doganale si è del resto investito in Lugano e Como per controlli dinamici a bordo treno tra le due fermate, quindi anche questo impedimento verrà meno e porterà alla soppressione della fermata oltre il 2021.

Il governo sottolinea però che "si impegna da anni per un buon allacciamento del Mendrisiotto, al pari delle altre regioni, al sistema ferroviario nazionale e internazionale", il tutto richiedendo "regolarmente nelle opportune sedi il sistematico prolungamento dei treni Intercity  fino a Mendrisio e/o a Chiasso (con collegamenti ogni ora)". Ad oggi, però, "è possibile confermare la volontà delle FFS di mantenere singoli collegamenti Intercity prolungati fino a Chiasso (la mattina in partenza verso il nord delle Alpi e la sera in arrivo da nord)".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia