La Filcams Cgil Castrovillari e la Uil Trasporti Cosenza hanno revocato lo sciopero di 48 ore convocato dalle 5 del 30 gennaio alle 12 del 31 gennaio.

La revoca è stata determinata dalla corresponsione della mensilità di dicembre e della tredicesima ai lavoratori della Zenith Services spa.

“La notizia – scrivono in una nota i sindacati – non può che essere accolta con favore anche se rimaniamo convinti che il contesto in cui lavorano i dipendenti della Zenith Services resterà precario sia per le insostenibili condizioni di lavoro in cui si trovano ad operare sia per la mancanza di puntualità nelle liquidazioni delle fatture da parte dell’ente appaltatore Ferrovie della Calabria che ha dimostrato, per mesi, di non potere garantire stabilità nei pagamenti relativamente all'appalto Zenith Services.

Se questo malcostume dovesse continuare, è di ogni evidenza che faremo quanto dobbiamo per evitare di costringere i lavoratori della Zenith Services a subire ulteriori e ingiustificati ritardi. Resteremo vigili – si legge ancora – sulla puntualità nei pagamenti correnti da parte di Ferrovie della Calabria ribadendo la nostra ferma contrarietà sulle gare al massimo ribasso che non fanno altro che abbattere la qualità dei servizi agli utenti e indebolire sempre più le tutele e i diritti dei lavoratori.

Un ringraziamento è dovuto ai dipendenti della Zenith Services per il grande senso di responsabilità dimostrato nei confronti dell’azienda e dell’utenza. Come Uiltrasporti Cosenza e Filcams Cgil di Castrovillari – conclude il comunicato – siamo preoccupati per la situazione di forte precarietà e restiamo in allerta a difesa della categoria dei lavoratori che, in questa vicenda, rappresenta l’anello debole ed ha pagato il prezzo più alto per colpe non sue”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia