Dimostrare l’interoperabilità della rete ferroviaria pugliese ferma restando la non sovrapponibilità con Trenitalia sulla tratta Gargano - Bari.

Questo uno degli obbiettivi della corsa sperimentale di oggi dell'ETR 330 n.004 delle Ferrovie del Gargano che questa mattina è arrivato nella stazione di Bari Centrale. Non da meno l'idea di effettuare un viaggio-prova in vista di quello che faranno tanti fedeli dal Foggiano domenica 23 febbraio, in occasione della Messa del Papa a Bari.

Il viaggio si ripeterà dunque solo domenica 23, quando il treno assicurerà il collegamento, andate e ritorno, da Ischitella (Foggia) al capoluogo pugliese. Partirà alle ore 3:40 per arrivare a Bari alle ore 6:18; e ripartirà da Bari alle ore 14:47 per arrivare a Ischitella alle 17:32.

"Il Gargano - ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini - è unito a Bari con il servizio di Trenitalia. Questo è un viaggio sperimentale per dimostrare che l'interoperabilità è tecnicamente realizzabile, anzi oserei dire realizzata. Ed è anche un viaggio di prova per la venuta del Papa a Bari".

Per Giannini “la possibilità che un treno di Ferrovie del Gargano colleghi direttamente la provincia di Foggia con Bari e il resto della Puglia apre scenari nuovi per il trasporto su ferro nella nostra Regione. Renderà accessibile a tutti i pugliesi il collegamento con aeroporti e porti regionali e aprirà la strada a obiettivi di integrazione dei servizi su tutta la rete (per la cui infrastruttura è allo studio l’individuazione del gestore unico), in una prospettiva di tariffa unica integrata e di biglietto unico, su cui si sta già lavorando.

Così come si sta lavorando sul potenziamento delle infrastrutture della stazione di Bari Centrale, che con l’interoperabilità dei binari del tronco Ovest potrà accogliere i treni di Ferrotramviaria che provengono da nord e con quella del lato sud si accoglieranno i treni delle Ferrovie Sud-Est”.

Il presidente della Regione, Michele Emiliano, ha sottolineato che «grazie al lavoro dell’assessore Giannini e delle Ferrovie del Gargano abbiamo questo collegamento diretto. Il mio sogno è collegare direttamente sia l’aeroporto di Foggia sia l’aeroporto di Bari con il Gargano, ed è questo il progetto al quale stiamo lavorando».

"Questa è una dimostrazione - ha rilevato il direttore di esercizio delle Ferrovie del Gargano, Daniele Giannetta - perché gli sforzi fatti dalla società e dalla Regione per rendere interoperabile prima Ferrovie del Gargano, e poi il resto della rete pugliese, serviranno anche al turismo".

Nell'occasione Emiliano ha anche parlato di sicurezza. "L'interoperabilità sara competa nel momento in cui le altre ferrovie avranno completato la messa in sicurezza con il sistema SCMT che uniforma il sistema della sicurezza della circolazione ferroviaria a quello di RFI. Allora tutti i treni viaggeranno indistintamente sui binari della Puglia".

Foto e collaborazione ai testi di Davide Lippolis, video di Stefan Balanica

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia