Anche le ferrovie tedesche DB si preparano per l'imminente diffusione del Coronavirus in Germania.

La compagnia è in costante comunicazione con le autorità sanitarie dei governi federali e statali, il Ministero federale dell'interno e il Ministero federale dei trasporti, che sono responsabili di ulteriori decisioni sulle operazioni ferroviarie anche se al momento non ci sono restrizioni per gli spostamenti via treno.   

I piani di pandemia esistenti in DB saranno adattati agli aggiornamenti del governo federale e degli stati federali e la compagnia segue anche le raccomandazioni precauzionali del Robert Koch Institute come quelle di far lavare spesso le mani ai dipendenti o di smaltire in fretta i fazzoletti usati anche dai viaggiatori nei treni.

Se le autorità sospettano una infezione, l'area interessata sul treno viene interdetta, pulita e disinfettata professionalmente dopo il viaggio. I passeggeri vengono informati dal personale del treno che devono inserire i loro dati personali in modo che le autorità possano contattarli se necessario. 

Per i viaggiatori con biglietti per le aree in Italia colpite dal Coronavirus, DB mantiene la sua regola di "buona volontà": i clienti che non vogliono più iniziare il viaggio possono ottenere il rimborso gratuito del biglietto. Lo stesso vale per i viaggiatori con un biglietto di viaggio interurbano DB, per i quali il motivo specifico del viaggio non è a causa del Coronavirus (ad es. cancellazione ufficiale di una fiera, concerto, eventi sportivi, ecc.). Il rimborso gratuito si applica anche nel caso in cui un hotel prenotato nella destinazione (possibilmente all'estero) sia in quarantena.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia