Sono state prorogate le richieste di rimborso integrale per la rinuncia al viaggio a bordo dei treni di Trenitalia.

È possibile presentare le richieste anche per biglietti acquistati dopo il 23 febbraio giustificando la mancata partenza con i motivi indicati nelle disposizioni nazionali in materia:
- per quarantena, permanenza domiciliare e per tutti i viaggi con arrivo o partenza nelle aree indicate dal provvedimento;
- per viaggi programmati per partecipare a concorsi, manifestazioni, eventi o riunioni che sono stati annullati, rinviati o sospesi;
- per viaggi programmati verso l’estero dove è impedito o vietato l’arrivo secondo le disposizioni emanate.

Per i treni nazionali verrà erogato un bonus da spendere entro un anno, che può essere richiesto attraverso un web form sul sito Trenitalia o in qualsiasi biglietteria.

Per i treni regionali è previsto un rimborso in denaro. I viaggiatori potranno inviare un'email alla Direzione Regionale/Provinciale a cui fa riferimento la località di partenza riportata sul biglietto. Gli indirizzi email sono indicati nell'apposito modulo, da compilare allegando la documentazione richiesta. 

Queste misure si aggiungono a quelle già adottate, in via autonoma e per sensibilità sociale, da Trenitalia che ha garantito alla propria clientela il rimborso integrale, richiesto entro il 1 marzo 2020, di qualsiasi tipologia di biglietti, anche di quelli di solito non rimborsabili, con qualsiasi data di viaggio e con qualunque destinazione.

Fonte FS News

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia