La Regione Piemonte non ritiene prioritario ripristinare la linea Pinerolo-Torre Pellice e quindi non intende finanziarne il ripristino.

È quanto emerge dall’incontro con i sindaci interessati alla tratta, e l’assessore regionale ai trasporti Gabusi, che lo ha poi ribadito rispondendo alle domande del quotidiano l’Eco del Chisone.

La Regione non intende finanziare il ripristino da parte di RFI per cui la tratta non verrà inserita nel contratto di servizio del nuovo gestore del sistema ferroviario metropolitano, Trenitalia”, spiega l’assessore che poi assicura: “L’incontro con i sindaci è stato cordiale, ho riscontrato da parte loro comprensione per la scelta della Regione e si è ragionato su possibili alternative”.

Come anticipato sul numero in edicola dell’Eco, i sindaci si sono detti disponibili a produrre un progetto di massima per realizzare sul sedime una pista dedicata per bus su gomma a basso impatto ambientale, progetto a cui dovrebbero lavorare il Politecnico e in Centro Acea per l'innovazione tramite il collegato consorzio Cpe. “E' un progetto di estremo interesse su cui la Regione sarebbe disposta a investire” sottolinea Gabusi.

Su questa svolta dovrebbe esprimersi con un comunicato il Comitato "Treno vivo" che ieri ha partecipato a un incontro in Municipio a Torre Pellice.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia