Botta e risposta tra l’assessore regionale siciliano ai Trasporti Marco Falcone, e Luciano Cantone, portavoce M5S alla Camera e membro della Commissione Trasporti, sulla richiesta di Falcone di fermare i treni verso il Sud.

“Ricordo all'assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone che i treni per il servizio pubblico devono essere garantiti, e comunque sono già stati rimodulati – precisa Cantone, – senza dimenticare che chiunque rientri nella propria residenza da regioni diverse, anche in treno, ha l'obbligo di darne comunicazione sulle apposite piattaforme informatiche e di mettersi in quarantena.

Il Dpcm non impedisce alle persone di rientrare nelle proprie abitazioni, anche in considerazione della chiusura di tanti cantieri soprattutto al Nord, non mi sembra opportuno – prosegue – che un membro del governo regionale alimenti la “caccia all'untore”, quando dovrebbe lavorare per garantire di concerto con le Prefetture siciliane gli adeguati controlli ai flussi in entrata e sul territorio”.

L’intervento di Cantone arriva in seguito alla notizia di treni partiti da Milano nella serata di venerdì e in partenza nella giornata odierna, “i nostri sottosegretari – sottolinea – sono stati già avvertiti in merito alla situazione critica in cui si viaggia e, per quanto riguarda i dipendenti di RFI e Ferrovie dello Stato, si lavora su questi treni, sono stati già sollecitati gli opportuni controlli”.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia