Non mancano gli episodi curiosi e se vogliamo snervanti in queste giornate di emergenza sanitaria.

La scarsa propensione al rispetto delle regole, del resto, dimostra di non avere confini e di propagarsi come il virus in tutto il nostro Paese. 

Dopo una breve e veloce attività d’indagine sono stati identificati i quattro minorenni che, durante i primi giorni di chiusura delle scuole per l’emergenza Coronavirus, avevano danneggiato le carrozze di un treno a Treviglio, asportando anche due estintori che, svuotati del contenuto, erano stati abbandonati sui binari.

I ragazzi, dimostrando tutta la loro intelligenza, avevano postato sui social un video che ritraeva le fasi del danneggiamento, che ha consentito alla Polizia di Stato di identificarli e denunciarli.

Se questo accade al nord, non meno degne di nota sono le notizie che vengono dal sud.

La Polizia Ferroviaria di Catania ha infatti denunciato due persone, un uomo ed una donna, sorpresi alla stazione di Catania senza giustificato motivo.

Al di là dell'atto, è il modo in cui si sono svolti i fatti a risultare insolito. L’attenzione degli agenti è stata infatti attratta dalla scena che si è svolta al binario 3 dove un uomo era intento a scendere da un finestrino del treno perché le porte del convoglio erano chiuse. Ad attenderlo sul marciapiede una donna con numerose valige al seguito.

Immediatamente sottoposti a controllo, i due, originari del siracusano, hanno dichiarato di volersi recare a Villabate, in provincia di Palermo, comune in cui risiederebbe la madre della signora.

La coppia è risultata non avere l’autodichiarazione per gli spostamenti e, constatato che le esigenze manifestate non rientravano tra le deroghe previste dal decreto sul contenimento dell’epidemia da Covid-19, è stata denunciata per l’inosservanza del provvedimento.

Degno di nota tra i due soprattutto l'uomo per il quale si tratta della seconda denuncia per lo stesso motivo in pochi giorni. Al termine degli accertamenti di rito, alla coppia è stato intimato di ritornare presso il proprio luogo di residenza.

A titolo di curiosità circa il 5% delle persone identificate per controlli nelle stazioni viene denunciata perché in circolazione senza giustificato motivo.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia