Nella Cina nordorientale, la provincia dello Jilin, è stata attraversata nel primo trimestre di quest’anno, da 2.796 container trasportati da treni merci che percorrono la linea tra Cina e Europa.

Un incremento del 36,3 percento rispetto al 2019 in parte attribuito all’instabilità del trasporto marittimo tra Cina ed Europa nel primo trimestre.

Nonostante la grave emergenza dovuta al Coronavirus, il trasporto di merci come prodotti elettronici e componenti automobilistiche realizzati da imprese giapponesi e coreane attraverso la ferrovia Changchun-Manzhouli-Europa è rimasto finora stabile.

“Abbiamo rafforzato il contatto con i clienti nazionali ed esteri e abbiamo modificato tempestivamente il processo di consegna logistica durante il periodo dell'epidemia”, ha detto Wang Yue, presidente di Changchun International Land Port Development, che gestisce i servizi merci sulla linea.

La linea per il trasporto merci Changchun-Manzhouli-Europa, un progetto importante per la partecipazione dello Jilin alla costruzione della Belt and Road, è stata inaugurata nel 2015.

La tratta parte dal capoluogo dello Jilin, Changchun,  esce dalla Cina attraverso Manzhouli, il più grande porto terrestre sul confine tra Cina e Russia, e passa attraverso Russia, Bielorussia e Polonia prima di arrivare a Norimberga. La linea è lunga più di 10.000 chilometri e un solo viaggio dura di solito 14 giorni, 20 giorni in meno rispetto a quanto richiederebbe il trasporto via mare.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia