Consueto appuntamento con la rubrica di Ferrovie.Info dedicata al riepilogo delle notizie più importanti della settimana che si è appena terminata.

Anche stavolta sono legate alla pandemia di Coronavirus in corso gran parte delle notizie dal mondo ferroviario.
Ci si interroga in particolar modo sulle misure che sarà necessario prendere per consentire gli spostamenti sui mezzi pubblici, e quindi anche in treno, all'approssimarsi della cosiddetta fase 2 prevista per il 4 maggio (Ferrovie: più carrozze, prenotazioni a scacchiera e dispenser, ecco il futuro dei viaggi in treno).

In particolare la Lombardia, una delle regioni più colpite dal virus, sta ipotizzando una serie di misure atte a garantire gli spostamenti in sicurezza, si pensa quindi ad uno scaglionamento degli orari delle attività produttive e commerciali (Ferrovie, Lombardia: mosse anti-Corona, cambio orari e App per evitare affollamento).

Suggerimenti arrivano anche da Trenord (Ferrovie: le idee di Trenord per la Fase 2 in Lombardia) e in particolare dall'Ad della società che gestisce il trasporto regionale lombardo (Ferrovie, Piuri (AD Trenord): "In fila per il treno come al supermercato"). Al vaglio poi del Comune di Milano, l’adozione di un nuovo mezzo che potrebbe aiutare nel contrasto al virus (Ferrovie: arriva a Milano il treno anti Covid-19).

Intanto, per favorire l’economia, duramente messa alla prova dal lock down, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso disponibili i fondi per cantieri e opere pubbliche (Trasporti: De Micheli, resi disponibili 11 miliardi di euro per cantieri e opere pubbliche), grazie anche all'ok ad una riapertura in sicurezza arrivato dai Sindacati (Ferrovie, sindacati: ok a riapertura condizionata dei cantieri).

Il virus flagella anche  altri stati dell’Europa, che pure si preparano ad uscire dal lock down, così mentre in Germania si diffonde l’obbligo della mascherina (Ferrovie, Germania: tre stati rendono obbligatorie le mascherine per salire sui mezzi pubblici), e si è costretti a rimandare un importante evento (Ferrovie: il Coronavirus cancella anche Innotrans 2020), in Francia SNCF pensa a come far ripartire i suoi convogli in sicurezza (Ferrovie: il piano di SNCF per ripartire).

Pensa ad un lento ritorno alla normalità anche la Svizzera, con la ripartenza dei trasporti (Ferrovie: la Svizzera verso un ampliamento graduale dell’offerta di trasporto pubblico) e la ripresa dei test prova nel Ceneri (Ferrovie, Svizzera: riprendono le corse prova nella Galleria di base del Ceneri).

Intanto la Cina, da dove la pandemia è partita, sembra tornare gradualmente alla normalità e si prodiga nell'invio di dispositivi di sicurezza in altri Stati ancora in emergenza come la Russia (Ferrovie: dalla Cina treno con 20mln di mascherine verso la Russia).

Per quanto riguarda le notizie maggiormente inerenti al materiale ferroviario, da ricordare una nuova possibile fermata del Frecciarossa (Ferrovie: da giugno il Frecciarossa fermerà a Terontola), due nuovi collegamenti AV nel Lazio (Ferrovie, Lazio: due treni AV a Cassino e Frosinone e nuova stazione AV a Ferentino) e la nuova stazione di Ferentino (Ferrovie: ecco la stazione AV di Ferentino sulla Roma - Napoli). Prosegue poi il programma di demolizioni di Trenitalia (Ferrovie: alla demolizione E.633 e vetture Rosso Fegato).

Le notizie dall’estero riguardano invece la Serbia con il progresso dei lavori sulla linea AV Belgrado-Budapest (Ferrovie, Serbia: avanzano i lavori della linea AV Belgrado-Budapest), e la Repubblica Ceca dove le TRAXX 388 Bombardier di ČD Cargo stanno per portare a termine le corse prova (Ferrovie: le TRAXX 388 di ČD Cargo effettuano le ultime corse prova).

Appuntamento tra sette giorni!

Foto 2 Intamin Transportation - Foto 4 ČD Cargo

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia