Con la firma del contratto per la realizzazione della nuova officina manutenzione treni a Spini di Gardolo, Trentino Trasporti Spa dà avvio all'iter esecutivo dell'opera, necessaria per risolvere alcune criticità dell'attuale struttura di via Secondo da Trento.

L'intervento - riporta una nota - si inserisce nel potenziamento del sistema ferroviario della Ferrovia Trento-Malè e della Valsugana. La struttura nuova consente la manutenzione di treni sia a scartamento metrico della ferrovia Trento-Malè sia a scartamento normale circolanti sulla linea nazionale e sulla Valsugana. Il collegamento dei treni a scartamento normale avverrà tramite l'attuale Scalo Filzi. Il lotto interessato dall'intervento ha una superficie complessiva di circa 53.200 metri quadrati, di cui 11.000 occupati dallo stabilimento.

L'appalto, fermato per più di cinque anni da vari contenziosi, è stato aggiudicato all'associazione temporanea fra le imprese Mak costruzioni Srl di Lavis (capogruppo) e Carron Cav. Angelo Spa di San Zenone degli Ezzelini (Treviso).

L'importo contrattuale è di 26.341.032 euro; il termine di ultimazione è previsto tra il 2022 e il 2023.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia