Per iniziativa del Sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, è stato costituito un comitato di Sindaci il cui fine è la partecipazione attiva ad un confronto per sostenere in modo coeso e costruttivo il progetto della velocizzazione della linea ferroviaria Pescara-Roma e della trasversalità ad esso collegato, come opportunità di sviluppo dell’intera Regione Abruzzo e delle sue aree intere.

Alla riunione programmatica che si è svolta a Sulmona, erano presenti i Sindaci delle Valli Peligna e Subequana, Alto Sangro, Marsica, Val Pescara, ma anche del Lazio, alla presenza di un rappresentante della Provincia dell’Aquila, il Consigliere Andrea Ramunno, desiderosi di cogliere questa grande ed importante opportunità, che è l’unico vero piano strategico per la crescita dei nostri territori e della nostra Regione, presso i tavoli regionali, nazionali ed europei, nell’ambito dell’acceso dibattito in corso sullo sviluppo delle infrastrutture.

Numerosi gli interventi succedutisi, tra gli altri quelli del Commissario straordinario di Avezzano Mauro Passerotti e quello del Sindaco di Vicovaro Fiorenzo De Simone. Molto apprezzato è stato il contributo dell’Assessore ai Trasporti della Città di Pescara Luigi Arbore Mascia che ha proposto, subito un incontro con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Al termine della riunione è stato redatto un documento che sarà sottoscritto da tutti i Sindaci interessati. Numerose sono già le adesioni e le sottoscrizioni.

Il Comitato intende promuovere un’azione propulsiva per mettere in rete i territori abruzzesi e quelli laziali, per promuovere la velocizzazione dell’attuale linea ferroviaria Pescara-Roma, già parzialmente finanziato, e sostenere l’Alta Velocità dell’attuale linea PescaraRoma, affinché poggi sui forti elementi della trasversalità della ZES per un vero riequilibrio della nostra Regione.

Questo tratto ha tutte le infrastrutture pronte per essere ottimizzate. Il collegamento PescaraRoma infatti già oggi possiede la presenza trasversale di un tracciato ferroviario e autostradale lungo il quale sono presenti interporti (Avezzano e Manoppello), i porti di Pescara e Ortona, l’aeroporto d’Abruzzo, e nuclei industriali che complessivamente rappresentano una base infrastrutturale intermodale esistente che va potenziata, valorizzandola attraverso l’inserimento nella rete Ten-T. Ciò permetterebbe, infatti, alla nostra Regione di essere il crocevia di un sistema logistico internazionale e a Roma di ottenere un nuovo sbocco sull’Adriatico, facendo di Ortona e Pescara la finestra della Capitale verso l’Est europeo, per agganciarsi anche alla nuova Via della Seta. Già da alcuni mesi i Sindaci delle aree interne hanno attenzionato il progetto di sviluppo infrastrutturale e commerciale che ridonerebbe linfa vitale all’economia e interromperebbe il flusso migratorio verso le metropoli.

“Ora che la ZES è stata approvata e si parla finalmente di alta velocità” spiega il Sindaco Annamaria Casini “si concretizza la possibilità di realizzare la grande leva di sviluppo per le aree interne e di riequilibrio regionale con evidenti vantaggi per tutto l’Abruzzo, grazie agli auspicati investimenti infrastrutturali sui temi dei trasporti e della logistica, rimuovendo gli ostacoli che hanno frenato negli anni lo sviluppo delle nostre aree.

L’intervento di miliardi con il Recovery Fund annunciato dal Governo – prosegue il Sindaco di Sulmona – riguarderà, dunque, anche i collegamenti ferroviari e interesserà l’attuale linea ferroviaria Pescara – Roma, così come da più tempo stiamo sostenendo. Il partecipato incontro di molti Sindaci ed amministratori di così vaste aree dimostra che intorno ad un così importante tema per il nostro futuro la coesione e il territorio sono più importanti dell’appartenenza.”

Il Comitato non vuole essere di antagonismo o di antitesi con alcuno, ma anzi favorirà un dialogo strutturato di sensibilizzazione istituzionale per promuovere le azioni necessarie per sostenere questi processi in atto ed in particolare l’ammodernamento della ferrovia Pescara-Roma, tema importante al centro del dibattito politico regionale di questi giorni, facendo sentire la voce dei territori che su questi grandi progetti potranno poggiare una nuova reale fase di sviluppo strutturale e buona occupazione.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia