Novità importanti per il Nodo Ferroviario di Genova.

È stato infatti firmato il contratto che affida al consorzio Cociv il riavvio dei cantieri per il completamento delle opere civili delle Gallerie Colombo, San Tommaso e Polcevera del nodo ferroviario di Genova, per un importo dei lavori pari a 120 milioni di euro e 30 mesi di durata.

«È un risultato che consentirà in tempi brevissimi (entro luglio) la ripresa progressiva dei lavori delle gallerie, parzialmente realizzati dai precedenti appaltatori - ha detto il ministro Paola De Micheli -. E saremo sul posto per l'inaugurazione di questo importante cantiere insieme all'ad di Rfi Maurizio Gentile e al commissario del Terzo Valico Calogero Mauceri».

Le fa eco il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Roberto Traversi: «Un grande risultato per la città, per il porto e per l'economia di tutta la Liguria. Dopo lunghe mediazioni siamo riusciti a fare il passo decisivo per far ripartire i lavori del Nodo Ferroviario di Genova».

I cantieri erano fermi ormai dal lontano 2018, dalla risoluzione del contratto con il Gruppo Astaldi, succeduto nell'appalto dopo la crisi del Consorzio Eureca. «Voglio ringraziare il commissario del Terzo Valico Calogero Mauceri - dice Traversi - perché siamo riusciti a dimostrare che lavorando insieme si può invertire la rotta rispetto al destino di troppe opere infrastrutturali mai arrivate a compimento nonostante progetti approvati e stanziamenti milionari. Con questa firma - conclude il sottosegretario Roberto Traversi - il Mit dimostra ancora una volta grande attenzione verso la Liguria nel tentativo di risolvere problemi che affliggono da anni il trasporto locale». 

«Finalmente una buona notizia: riparte il cantiere del nodo ferroviario di Genova. Dopo anni di blocchi, fallimenti e ritardi, si torna al lavoro!»: questo il tweet del presidente della regione Giovanni Toti.

In una nota, invece, il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi commenta: «Finalmente ripartiranno i lavori per il rifacimento del Nodo ferroviario di Genova, inserito nello Sblocca Cantieri con la Lega al governo un anno fa. La firma del contratto con Cociv, il general contractor che sta realizzando anche il Terzo Valico, è una buona notizia: ora non si può perdere neppure un minuto, il governo deve dare al commissario Mauceri, a cui auguro buon lavoro, tutti gli strumenti perché i lavori siano velocizzati, prevedendo anche con turni di 24 ore come sul Ponte di Genova, per recuperare i due anni di stop».

Rixi ricorda «anche la necessità dello spostamento dei binari di Pra’, un intervento da 11 milioni di euro, complementare al Nodo, per completare la riqualificazione del quartiere e rettificare la ferrovia, oltre che la realizzazione della stazione di Genova Erzelli di cui auspico si conosca a breve il cronoprogramma».

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia