Si temevano e puntualmente sono arrivati i disagi anche se stavolta direttamente in stazione a Milano.

Ieri mattina in Centrale molti passeggeri sono stati fatti scendere dai treni diretti in Liguria perché troppo affollati e non sono riusciti a partire oppure sono arrivati con grande ritardo. La denuncia arriva da Assoutenti.

Il caos si è creato per la necessità di rispettare a bordo il distanziamento con l’ordinanza della Regione Liguria entrata in vigore ieri che consente di occupare tutti i posti sui convogli che non ha valore per i treni che arrivano da altre regioni.

“Ora basta – ha tuonato presidente di Assoutenti Furio Truzzi – Andare in vacanza nel fine settimana non può diventare un problema di ordine pubblico.

Servono subito otto coppie di Frecciarossa, dalla Lombardia e dal Piemonte per le riviere si ponente e di levante della Liguria! Non c’era bisogno di consultare il mago Otelma per sapere che si sarebbe verificata una situazione peggiore di quella accaduta ai turisti milanesi la settimana scorsa”.

Assoutenti chiede al Ministro dei Trasporti De Micheli al Presidente della Regione Liguria Toti di imporre agli amministratori delegati di Trenitalia e Ferrovie dello Stato Italiane provvedimenti immediati per soddisfare le esigenze dei cittadini. Infine il Presidente di Assoutenti chiede un risarcimento simbolico di 100 euro per tutti i passeggeri, sia quelli lasciati a terra sia quelli arrivati a destinazione con ore di ritardo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia