«Dal 2013 risulta priva di treni passeggeri la linea “Laveno – Sesto Calende – Novara”, si chiede che venga ripristinato il servizio passeggeri».

È precisa la richiesta di questa sottoscrizione che su change.org ha totalizzato un centinaio di firme e si basa su due motivazioni secondo il promotore, Nicolò Miani: «Primo: se si vuole davvero aiutare l’ambiente e incentivare l’uso del trasporto pubblico. Secondo, per l’importanza che può avere la ferrovia, in quanto a Ispra si trova il Centro comune di ricerca, è una direzione generale della Commissione europea: DG-JRC (Directorate-General Joint Research Centre), che dispone di sette istituti di ricerca dislocati in cinque paesi membri dell’Unione europea (Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi e Spagna)».

Ma c’è anche la questione legata al turismo: «A Ispra sono presenti diversi camping di villeggiatura, Ad Angera troviamo la Rocca, sono tutti comuni che affacciano sulla sponda est del lago Maggiore».

Inoltre i comuni di Ispra, Angera, Taino, Leggiuno, Monvalle, Cadrezzate, Brebbia e Ranco hanno un bacino di quasi 30.000 abitanti.

«Bisogna incentivare la gente ad usare i mezzi pubblici, se si vuole davvero aiutare l’ambiente, magari con sconti per studenti, pendolari, turisti, lavoratori del CCR. Dal 2013 la linea non è chiusa ma è stato solo tolto in servizio passeggeri, la linea è percorsa attualmente dal traffico di pesanti merci da e per il porto di Genova, l’Hupac di Gallarate e Milano, chiediamo che oltre all’importanza del traffico merci si dia importanza anche al traffico passeggeri. Con la riattivazione del servizio passeggeri ovviamente verrebbero riqualificate le stazioni o fermate della linea che oggi sono lasciate al degrado più totale».

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia