La conferma arriva direttamente dalla Regione Piemonte: da oggi corse a pieno carico, i posti saranno tutti utilizzabili sulle linee extraurbane di treni, autobus di linea e turistici, sui taxi e nel trasporto con conducente.

Non dovrà però esserci nessun passeggero in piedi, le mascherine saranno obbligatorie e si dovrà porre attenzione alle norme igienico sanitarie. Ci saranno entrate e uscite separate, e sarà vietato usare il trasporto pubblico in presenza di sintomi di infezioni respiratorie acute. 

Il tutto era stato definito nell’ordinanza firmata la scorsa settimana dal governatore Alberto Cirio, e la Giunta regionale ha approvato oggi le linee guida relative.

“La decisione – spiega l’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi – deriva dal mancato intervento del Governo, chiesto più volte, di armonizzare il trasporto pubblico in tutte le Regioni. Le differenti interpretazioni hanno infatti provocato incomprensioni e disagi. Sulla base delle esigenze che potranno manifestarsi, la Regione potrà dare indicazioni più restrittive o ulteriori interpretazioni”.

Le linee guida prevedono la disinfezione dei mezzi almeno ogni fine corsa di andata/ritorno.

Il ricambio dell’aria deve essere assicurato in modo costante, predisponendo in modo stabile l’apertura dei finestrini, qualora possibile, e di altre prese di aria naturale mediante l’apertura prolungata delle porte nelle soste. Sui treni, si suggerisce di eliminare la temporizzazione di chiusura delle porte esterne alle fermate.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia